Osteoartrite sintomi, rimedi e terapia

L’osteoartrite è la forma più comune di artrite e colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Si verifica quando la cartilagine protettiva che attutisce le estremità delle ossa si consuma nel tempo.

Sebbene l’artrosi possa danneggiare qualsiasi articolazione, il disturbo colpisce più comunemente le articolazioni di mani, ginocchia, fianchi e colonna vertebrale.

I sintomi dell’artrosi possono generalmente essere gestiti, sebbene il danno alle articolazioni non possa essere invertito. Rimanere attivo, mantenere un peso sano e alcuni trattamenti potrebbero rallentare la progressione della malattia e aiutare a migliorare il dolore e la funzione articolare.

SINTOMI

I sintomi dell’artrosi si sviluppano spesso lentamente e peggiorano nel tempo.

Segni e sintomi di artrosi includono:

Dolore alle articolazioni interessate durante o dopo il movimento.

La rigidità articolare potrebbe essere più evidente al risveglio o dopo essere stata inattiva.

L’articolazione potrebbe sentirsi al tatto tenera quando si applica una leggera pressione o vicino ad essa.

Potresti non essere in grado di muovere l’articolazione attraverso l’intera gamma di movimenti.

Potresti provare una sensazione di attrito quando usi l’articolazione.

Speroni ossei. Questi pezzi extra di osso, che sembrano grumi duri, possono formarsi attorno all’articolazione interessata.

Gonfiore. Ciò potrebbe essere causato dall’infiammazione dei tessuti molli intorno all’articolazione.

Le cause

L’osteoartrosi si verifica quando la cartilagine che attutisce le estremità delle ossa delle articolazioni si deteriora gradualmente. La cartilagine è un tessuto sodo e scivoloso che consente un movimento articolare quasi privo di attrito. Alla fine, se la cartilagine si consuma completamente, le ossa si sfregano.

L’osteoartrosi è stata spesso definita una malattia da “usura”. Ma oltre alla rottura della cartilagine, l’artrosi colpisce l’intera articolazione. Provoca cambiamenti nell’osso e deterioramento dei tessuti connettivi che tengono unita l’articolazione e attaccano i muscoli alle ossa. Provoca anche l’infiammazione del rivestimento articolare.

FATTORI DI RISCHIO

I fattori che possono aumentare il rischio di artrosi includono:

Età avanzata. Il rischio di artrosi aumenta con l’età.

Sesso. Le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare l’artrosi, anche se non è chiaro il perché.

Obesità. Il trasporto di peso corporeo aggiuntivo contribuisce all’osteoartrite in diversi modi e più si è pesanti, maggiore è il rischio. L’aumento di peso aggiunge stress alle articolazioni portanti, come fianchi e ginocchia. Inoltre, il tessuto adiposo produce proteine che possono causare infiammazioni dannose dentro e intorno alle articolazioni.

Lesioni articolari. Le lesioni, come quelle che si verificano quando si praticano sport o da un incidente, possono aumentare il rischio di artrosi. Anche le lesioni che si sono verificate molti anni fa e apparentemente guarite possono aumentare il rischio di artrosi.

Ripetuto stress sull’articolazione. Se il tuo lavoro o lo sport che pratichi provoca stress ripetitivi su un’articolazione, quell’articolazione potrebbe eventualmente sviluppare l’artrosi.

Genetica. Alcune persone ereditano la tendenza a sviluppare l’artrosi.

Deformità ossee. Alcune persone nascono con articolazioni malformate o cartilagine difettosa.

Alcune malattie metaboliche. Questi includono il diabete e una condizione in cui il tuo corpo ha troppo ferro (emocromatosi).

COMPLICAZIONI

L’osteoartrite è una malattia degenerativa che peggiora nel tempo, causando spesso dolore cronico. Il dolore e la rigidità articolari possono diventare abbastanza gravi da rendere difficili le attività quotidiane.

Depressione e disturbi del sonno possono derivare dal dolore e dalla disabilità dell’osteoartrosi.